L’amor patrio del ticinese per l’amata Svizzera 

di Luciano Milan Danti 

A cosa si può paragonare “l’amor patrio” del ticinese (medio e meno medio) per l’amata Svizzera?
Mh. Mah. Beh. 
Allora… i paragoni semplici sono quelli più efficaci e comprensibili. 

Quindi vi racconterò un aneddoto-paragone al fine d’immergervi nell’amor patrio dei ticinesi per la Svizzera.  

Comincio, dunque, a raccontarvi di un mio amico, giovanissimo ragazzo, giovanissimo rampollo della “politica ticinese”, un giovane rampollo che aveva (e probabilmente ancora ha) il vizio consolidato delle prostitute brasiliane (che secondo lui, da un certo punto di vista, tali prostitute, rappresentano oramai la “tipicità ticinese” quanto la Rapelli ed il Merlot del Ticino) alle quali, con dovuto amore e dedizione da contabile, devolveva gran parte del suo stipendio.

Quanto le amava. Quanto si sentiva amato. 

Però, come tutte le grandi storie d’amore, arrivò il colpo di scena. Già. Il giovane, giovanissimo, rampollo della politica ticinese venne licenziato per oscuri motivi e non ebbe più i soldi per amare ed essere amato. 
E in che brutta brutta maniera capii che si trattava solo di soldi “il suo essere amato”. 

Già. 

Tutte, e dico tutte, le prostitute brasiliane dissero al povero ragazzo senza soldi per essere amato:

“AMORE, FINITI SOLDI FINITO AMORE”. 

Ecco. Questo era l’aneddoto-paragone. 

Ovviamente le prostitute brasiliane rappresentano noi ticinesi ed il rampollo è la Svizzera. 

Che storia, ma l’e’ INSCÌ. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...