LA PATATA BOLLENTE: il problema è nasconderlo ai “compagni”! 

Italia, anni ’70. Un ex pugile comunista soprannominato Gandhi (interpretato da  Renato Pozzetto) invece di combattere per diventare un campione preferisce la fabbrica per coerenza di pensiero. Picchia soltanto fascisti (quando se lo meritano), guarda film russi, non vuole privilegi, critica il sindacato e lotta per la giustizia sociale. Pozzetto ha una bella fidanzata come Edwige Fenech, ma va in crisi quando incontra un giovane omosessuale interpretato da Massimo Ranieri e lo difende da un’aggressione fascista. La sua vita si complica, perché la portiera spia i comportamenti equivoci dei due amici, i compagni di lavoro e la fidanzata sospettano un passaggio all’altra sponda e temono per la moralità del rappresentante sindacale. Si sparge la voce che “il Gandhi è un culo” e il partito corre ai ripari organizzando un viaggio premio in Russia, sorta di terra promessa per i comunisti di fine anni Settanta. Il sogno di tutta una vita si avvera, il Gandhi se ne va stringendo al petto la fotografia di Berlinguer, l’amico sospetta che i compagni lo vogliano sottrarre alla sua influenza negativa, ma non dice niente perché lo vede troppo felice. Il ritorno di Gandhi dalla Russia coincide con la parte migliore del film, durante la quale si sciolgono tutti i nodi dell’equivoco a colpi di comicità, … .



TRAILER



FRASI E BATTUTE CELEBRI DEL FILM:

In mensa, gli amici operai Massimo Scarpetta e Renato Pozzetto.

Mica ti vorrai mangiare tutta questa roba! Oh, ricordati che hai un soprannome da rispettare: Gandhi, il campione del mondo dello sciopero della fame.

A me mi sta sulle balle quel soprannome lì! Non potevate chiamarmi Bombolo?!


Massimo Ranieri

E tu? Essere ciechi e sordi davanti a qualsiasi cosa di diverso non è forse una malattia?


Gandi/Renato Pozzetto e la portiera

Gandi: In confronto a lei la DIGOS è roba da dilettanti!

La portiera: Ma cos’è ‘sta DIGOS?

Gandi: È come una portineria no, però in grande ma segreta, dove tutti sanno tutto di tutti ma nessuno lo deve sapere. Così si evita che succeda qualcosa di grave.




Un film di Steno. Con Renato Pozzetto, Edwige Fenech, Massimo Ranieri, Mario Scarpetta, Adriana Russo. continua» Commedia, durata 100 min. – Italia 1979. – 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...