LA MUSICA DELLA LIGERA

di Luciano Milan Danti 


Il “mondo della Ligera”, accompagnato dalle sue canzoni, “ti trasporta dentro qualcosa di affascinate”, misterioso e romantico.
Impossibile, dunque, non restarne incantati.

  (Arresto di un “LIGERA”, Milano anni ’50 -’60)

Ia “maniera” semplice e diretta della “musica della Ligera” immerge subito in quel periodo…

Un periodo lontano ma vicino… visto che si tratta di “una mala estinta da una sorta di micro globalizzazione primitiva”, con quel fascino delle cose lontane, ma che rivivono in noi grazie allo scrupolo di chi vuol vedere cosa eravamo, per poter comprendere al meglio cosa ci darà il futuro, 

… e quindi  tutto torna “vicino”

Ma tanti si domanderanno ancora: 
ma che cacchio è la Ligera

Quindi, ecco,
la Ligera:

La Ligera (o Leggera, e anche Lingera) è la definizione gergale della criminalità organizzata presente a Milano fino alla prima metà del XX secolo, quando fu soppiantata da cellule fedeli alle famiglie siciliane, alle ‘ndrine calabresi ed ai clan camorristi.
Si trattava di una disarticolata e disomogenea forma di criminalità organizzata, composta da criminali talvolta in conflitto tra di loro.
Aveva poco a che fare con le grandi potenze del crimine organizzato italiano per via della vasta frammentazione.
La Ligera è idealmente legata ad un mondo per così dire romantico, ed è spesso citata nelle canzoni popolari milanesi, le cui più famose sono “Porta Romana bella” e “Ma mi”. 

E mi vien da dire
(Considerazione molto fine, devono leggerla solo i “veri intenditori” gli altri la saltino e vadano direttamente a “prossimo punto”)

La Ligera fu “una delle vittime lombarde” dell’unità d’Italia, e nella Ligera c’è un piccolo (ma grande, a dipendenza dei punti di vista) sintomo di noi lombardi, nel senso: siamo bravi a sbraitare, ma non siamo uniti, tanto che pure “tutte le organizzazioni malavitose” si sono impiantate in Lombardia, estinguendo “quelle lombarde”… estinte dalla concorrenza di chi sa erraste unito. Forse è per ragioni di “disunione” che molti “politicanti di maggioranza relativa” in Ticino hanno paura del “contesto Italia”, perché sanno che potrebbero essere facilmente “estinti” da chi “lo sa fare molto meglio”.

Comunque, eccovi la MUSICA DELLA LIGERA:

L’empatia con quegli anni “romantici”.

Ecco alcune canzoni: 

PORTA ROMANA, link:


MA MI, link: 


IL NERO, link:


LA POVERA ROSETTA, link:


IO SON DELLA LIGERA, link:

E tante altre ancora…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...