BANDIERA TICINESE “COL BISCIONE”!!! UNA BANDIERA IDENTITARIA … (o anche una maniera per ricordarti che il “rosso va sopra”)

  
BANDIERA TICINESE ”COL BISCIONE”: UNA BANDIERA IDENTITARIA. 

di Luciano Milan Danti

Durante la festa nazionale Svizzera, quella del primo d’Agosto dell’anno scorso, mi venne l’idea di una bandiera ”ticinese identitaria” e furono le altre bandiere cantonali a darmi l’idea.
In questa festa nazionale si vedono per le strade le varie meravigliose bandiere cantonali. 
Meraviglise.
Meno una: quella ticinese.

Difatti, tra i 26 vesslli, balza subito all’occhio la bandiera ticinese, con il suo rosso ed il suo blu’ che sfigurano tra tori, orsi e asce degli altri bellisimi ”simboli identitari” sfoggiati dalla maggioranza degli stendardi della Confederazione.
Ma perche’ non possiamo avere una bandiera  bella, e non un semplice ”bicolore” che stona tra tori e orsi? 
Io ”aggiusterei” il vessillo ticinese, perche’ con solo due colori ”buttati li” si avverte come una ”mancanza” e quindi  sento il mio Ticino rappresentato da una ”pochezza estetica”, oltre che da una ”pochezza identitaria” che non tiene conto della cultura millenaria di cui la Repubblica del Cantone Ticino e’ ben ricca.
E questa ricchezza millenaria e’ concreta quando si pensa ai nostri castelli, ed in particolare Castel Grande di Bellinzona.  
Bellinzona, quindi Biscione.
La mia proposta e’ questa:
unire il Biscione visconteo di Bellinzona al rosso e blu’. 
Capisco che il Cantone Ticino fu creato da Napoleone, unendo territori liberati da Nopoleone stesso, ma avere una vessillo che praticamente e’ solo un ”grazie Napoleone”, proprio non mi va. 
Ho usato volutamente ”grazie napoleone”, perche’ pochi sanno che la teoria piu’ accreditata, che ci dice da dove arrivano il rosso e blu’ della bandiera ticinese, racconta che sono gli stessi identici colori dello stemma di Parigi, presi ”semplicemente” come segno di ringraziamneto nei confronti di Napoleone ”liberatore” del Ticino. 
E qua i piu ”sadici” potrebbero dire:
”…ma perche’ non ringraziarlo,...non fosse stato per Napoleone, manco avermmo una bandiera e saremmo magari ancora sudditi della Confederazione...” 

  
Appunto per questo non voglio cambiarla completamente, ma solo aggiungere una ”biscia” al ”bicolore”. 
I ”bicolore” ricorda sempre il punto di partenza del 1803, ma il Biscione e’ veramente nostro.
Sarebbe quindi una bella rivalsa identitaria ”aggiustare” un simbolo che rappresenta noi ticinesi. E che ci ricorda e ricorda anche a tutti che i nostri territori furono presi dalla Confederatione Svizzera ai danni del Ducato di Milano.

Quindi Biscione sul ”bicolore”.

Non dobbiamo farci rappresentare da un ”semplice bicolore”:
abbiamo molto di piu’, abbiamo un simbolo meraviglioso (il Biscione), perche’ quindi tenere una bandiera che non ”parla” di noi, ma che onora solo le gesta di Napoleone?
Perche’ lasciare nel ”dimenticatoio” la nostra vera e profonda storia e lasciare solo esposto ”un grazie” ad una conquista militare francese?


Comunque questa è solo una proposta “tra amici” …
Ah
COSA NON POCO IMPORTANTE:

 (foto scattate in una sola giornata in un tipico comune ticinese)

Con l il Biscione il 50% dei ticinesi appenderebbe la bandiera per il verso giusto, cioè con il “rosso in alto”… (o forse, semplicemente, molti ticinesi, sono fan del Liechtenstein).
Annunci

One comment

  1. Mike Sciking · febbraio 3, 2016

    Io nello stemma lo metterei centrata la bissa.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...